Nell'a.s. 1947/48, per iniziativa del preside Todisco, il sindaco Paternostro deliberava l'istituzione di un Liceo Scientifico Comunale. In seguito, la concessione di un Liceo Statale premiava una città di 45.000 abitanti, operosa e attiva.

Negli ultimi anni alla guida del Liceo si sono avvicendati i presidi: Di Luzio, Veneziani, Spedicato, Cassano, Di Pierro, Triggiani, d'Elia, de Trizio, Forenza, Mongelli, Colangelo, Modugno, Favale.

Attualmente il Liceo è guidato dal D.S. prof. Donato Musci: DS Donato Musci Curriculum.

  

Lo staff di Presidenza è composto dai professori: Giulia Misino, Angelo Nichilo (Collaboratori del Preside), Rosa Albrizio (Animatore Digitale e Referente Innovazione), Eliana De Nichilo (referente PCTO e progetti), Girolamo Simone (referente RAV e Pdm - biblioteca).

 

Docenti con incarico di Funzione Obiettivo: Antifora L. (POF, Qualità e Valutazione); De Silvio A. (Orientamento in ingresso ed uscita, Rapporti col terriotorio); Misino Anna (Sostegno al lavoro dei Docenti, Coordinamento attivitá extracurricolari), Montinaro F. (Interventi e servizi per gli Studenti).

Referente sito scolastico, piattaforma Google Workspace e Test Center ECDL: prof.ssa Rosa Albrizio.

Referente dei laboratori: prof. M.Tuttafesta .

 

La storia del Liceo testimonia come questa scuola sia riuscita a formare giovani di valore, dei quali molti oggi occupano posti di responsabilità nell’apparato dello Stato, delle imprese, della cultura dell’arte delle professioni e del lavoro; numerosi ex alunni attualmente sono docenti presso lo stesso Istituto.

 

Qualunque sia l’impianto che normativamente la scuola di domani avrà, essa non potrà rinunciare al carattere dell’umanesimo-scientifico, all’attenzione alla persona tesa alla realizzazione della comunità, all’educazione, alla democrazia come contenuto e metodo.


Non è un caso, pertanto, che l'istituto sia intitolato a Leonardo da Vinci


Leonardo è stato ugualmente grande come scienziato ed artista. Scienza ed arte per lui non erano due attività diverse ed indipendenti, esse infatti hanno un unico scopo: la conoscenza della natura. Egli sosteneva che l'artista deve usare il metodo scientifico e lo scienziato gli strumenti dell'arte. 
Il suo genio, straordinaria sintesi tra creatività artistica e moderna ricerca scientifico-sperimentale, simboleggia l'ideale formativo di un Liceo che mira ad uno sviluppo armonico della cultura scientifica, umanistica ed artistica.

 

Il numero complessivo degli alunni che frequentano il nostro Liceo ha raggiunto il valore di oltre 850 suddivisi tra Scientifico, Scientifico Scienze Applicate (OSA), Linguistico e Coreutico. 


La percentuale di studenti promossi è mediamente superiore al 95%.

 

  

Torna su